IC PONZANO VENETO

IC PONZANO VENETO

Progetti d’Istituto

Anno Scolastico 2019/2020

Progetto Erasmus +

Di seguito il link .pdf della Presentazione del Progetto

Presentazione ERASMUS

Progetto FAMI

http://www.istruzionetreviso.it/progetto-asis-accompagnamento-scolastico-allintegrazione-sociale-fami-2014-2020-pubblicazione-di-una-guida-informativa-multilingue-sul-sistema-educativo-in-veneto-e-in-al/

 

Consiglio Comunale dei Ragazzi

Si pubblica, di seguito, il risultato delle votazioni del 28 novembre 2018 per il biennio 2018/2020

Risultati votazioni CCR 2018 (1)

 

Spazio Ascolto

Il progetto “Spazio Ascolto” ha lo scopo di raccogliere e dare voce ad eventuali situazioni di disagio che possono emergere in ambito scolastico al fine di stimolare l’alunno ad attivare le sue risorse e potenziare il suo benessere. Il progetto si rivolge agli alunni della Scuola Secondaria, ai docenti e ai genitori dell’Istituto. Gli studenti della Scuola Secondaria, consapevoli dei loro disagi , bisogni e difficoltà , possono rivolgersi ad uno specialista per esprimere il loro malessere ed individuare il modo di affrontarlo e risolverlo. I genitori hanno l’opportunità di confrontarsi con un professionista relativamente alle difficoltà educative e scolastiche dei loro figli, nelle diverse fasi del loro sviluppo. I docenti hanno la possibilità di avere un confronto e un supporto riguardo alle problematiche che emergono nel rapporto con gli alunni e nel confronto con i componenti dei Consigli di Classe.

 

– Riconoscere l’importanza della relazione con l’altro. – Promuovere le capacità relazionali che portano ad una comunicazione assertiva e collaborativa. – Ascoltare il disagio e le problematiche che stanno alla base di molte difficoltà scolastiche e relazionali.

 

Educazione all’affettività e sessualità

Il progetto intende promuovere il benessere del singolo e della classe, accompagnando i bambini e i ragazzi nel loro processo di crescita e favorendo comportamenti relazionali positivi, nell’ottica della valorizzazione di parità e differenze.

 

– Osservare, riconoscere e verbalizzare le emozioni, i sentimenti e i modi di esprimere affetti propri e altrui. (Scuola Primaria) – Conoscere lo sviluppo affettivo e sessuale nelle diverse età della vita, riguardo agli aspetti emozionali, affettivi e biologici. – Prendersi cura di sé per poter assumere decisioni consapevoli e responsabili soprattutto nella sfera sessuale. (Scuola Secondaria)

 

Scuola&Sport

Il progetto è finalizzata alla presa di coscienza del valore del corpo inteso come espressione della personalità e condizione relazionale, comunicativa, espressiva ed operativa, così da favorire le attività motorie e sportive per perseguire obiettivi importanti per gli stessi bambini e ragazzi, promuovendo il loro diritto al gioco.

 

– Conoscere il proprio corpo e le sue modificazioni. – Sperimentare le capacità senso-percettive. – Utilizzare gli schemi motori di base. – Sperimentare le capacità motorie coordinative e condizionali. – Utilizzare l’espressività corporea (linguaggio verbale e non verbale, interazione tra movimento e processi affettivi e cognitivi) per comunicare emozioni e situazioni. – Socializzare e comunicare rispettando gli altri e le regole prestabilite. – Avviare all’attività sportiva (calcio, baseball, rugby, tennis, basket…).

 

A Scuola di Sci

Il progetto desidera avvicinare gli studenti all’ambiente montano organizzando due giornate non consecutive in un comprensorio sciistico in cui, con la guida di maestri di sci, costruire e/o consolidare nuove abilità motorie. La proposta è rivolta agli alunni delle classi 4^ e 5^ della Scuola Primaria e agli alunni della Scuola Secondaria.

 

– Apprendere e migliorare tecniche sportive. – Sensibilizzare e conoscere l’ambiente alpino. – Socializzare con allievi di diverse classi.

 

Storytelling – C.L.I.L. based workshop

Il progetto propone per gli alunni della Scuola Primaria delle letture animate seguite da un workshop utilizzando: – una metodologia interattiva che mira al coinvolgimento linguistico ed emotivo dei partecipanti, – tecniche di drammatizzazione attiva con l’uso di rime, immagini, suoni, canzoni, – l’attivazione di risposte di tipo fisico in un contesto divertente e motivante. Il CLIL based workshop, rivolto agli studenti della Scuola Secondaria, si basa sull’attribuzione di un ruolo pro-attivo ed esperienziale alla comunicazione, la quale viene favorita da una interazione diretta, con l’uso di lessico specifico.

 

Per la Scuola Primaria (storytelling e workshop) – Riconoscere/intuire parole chiave legate alla narrazione e alle attività. – Migliorare la pronuncia e la comprensione. – Ampliare il lessico e rinforzare/acquisire strutture linguistiche. – Motivare all’uso della lingua inglese come strumento di comunicazione imprescindibile. – Comprendere l’importanza della funzione veicolare della lingua inglese, nel quotidiano. – Implementare capacità di comprensione ricorrendo ad elementi extralinguistici Per la classe 1^ della Scuola Secondaria (Clil workshops) I laboratori sono graduati in riferimento ai livelli di competenza del CEFR europeo (Common European Framework of References for languages). – Sviluppare le capacità di ascolto e parlato ( listening and speaking). – Ampliare il lessico. – Favorire maggiore fluidità e sicurezza nell’interazione orale (fluency and confidence). – Acquisire competenze linguistiche di ambiti specifici in L2. – Motivare all’uso della lingua inglese come strumento di comunicazione imprescindibile.

 

Lingue Vive in classe

Il progetto, attraverso lezioni frontali e/o lavori di gruppo con la compresenza dell’insegnante madrelingua e il docente della disciplina coinvolta nell’attività CLIL, ha lo scopo di: – favorire la comprensione, la produzione e l’interazione orale in un contesto di comunicazione più reale in L2, – ampliare le conoscenze culturali dei paesi di cui si studia la lingua per educare all’interculturalità, – migliorare la competenza nella LS attraverso lo studio di contenuti disciplinari (CLIL).

 

– Migliorare le abilità di comprensione, produzione ed interazione orale su argomenti di vita quotidiana. – Arricchire il lessico in relazione agli argomenti trattati. – Approfondire tematiche riguardanti aspetti di civiltà e tradizioni. – Acquisire contenuti disciplinari attraverso la lingua straniera.

 

Bullismo

 

Rete Minerva

Il progetto intende: – promuovere l’avvicinamento degli alunni al mondo della programmazione, della robotica e dell’elettronica; – sensibilizzare i docenti e le famiglie sui pericoli del Web; – formare i docenti del nostro istituto affinché acquisiscano le competenze necessarie per gestire i laboratori per il montaggio e la messa in funzione dei dispositivi con gli alunni.

 

– Promuovere cooperazione e lavoro di gruppo. – Avvicinare gli studenti al mondo dell’elettronica, della programmazione e della robotica. – Conoscere ed utilizzare il programma Scratch. – Costruire dei dispositivi elettronici e farli funzionare. – Acquisire maggiore consapevolezza riguardo il web e le sue problematiche. – Acquisire le competenze per far costruire agli alunni dei dispositivi elettronici e farli funzionare.

 

Coro

Gli studenti, attraverso la pratica del canto comunitario, svolgono un’attività importante sia dal punto di vista cognitivo, sia espressivo e affettivo: imparano a lavorare insieme, ad aiutarsi reciprocamente e a collaborare per un fine comune (la realizzazione di un brano o di un concerto). Cantare insieme aumenta il senso di appartenenza alla comunità, prescindendo dalle diversità e peculiarità individuali e fa capire a ciascuno quanto sia importante aspettare i tempi degli altri, autocontrollandosi e fornendo l’aiuto necessario per la realizzazione del fine comune. Ogni studente, in quest’ambito, capisce inoltre quanto l’apporto personale e individuale sia importante e unico, ma senza prescindere da quello degli altri.

 

– Aumentare le capacità espressive attraverso il canto individuale e comunitario. – Ampliare il proprio bagaglio culturale attraverso canti legati alla propria tradizione popolare e d’autore. – Ampliare il proprio bagaglio culturale attraverso l’esecuzione di canti legati a tradizioni diverse da quella di appartenenza. – Aumentare la consapevolezza delle proprie capacità vocali, con conseguente aumento della propria autostima e sicurezza di sé. – Creare un clima di collaborazione e un ambiente di lavoro comune più sereno votato all’aiuto reciproco.

 

 

 

 

 

Questo contenuto ti è stato utile?

Hai suggerimenti per migliorarci?